Pitti Fragranze 2013

Il tema di quest'anno: la "memoria". Uno stimolante percorso scenografico ed olfattivo per evocare i nostri ricordi attraverso odori e profumi.

Eccomi, carica di energia dal Pitti Fragranze 2013. Quest’anno la mia partecipazione, in concomitanza con l’avvio di questo blog, rappresenta per me qualcosa di molto speciale ed importante: ho finalmente la possibilità di condividere le mie “emozioni olfattive” con un vero pubblico.
Quella che vedete è una piccola parte di rassegna fotografica su quanto di bello ed interessante ci sia da vedere ed “odorare”.

Il tema di quest’anno: la “memoria”. Uno stimolante percorso scenografico ed olfattivo per evocare i nostri ricordi attraverso odori e profumi.
Ottimi gli allestimenti, l’organizzazione ed è sempre gradevole il clima che si “respira”.
In questa edizione non più profumi monotematici, accomunati da un unico orientamento olfattivo (l’anno scorso il mio naso sentiva spesso odore di “legno-affumicato”, ad esempio in due profumi di spicco, peraltro strepitosi: “Interlude” di Amouage e “Cuir Velours” di Naomi Goodsir); quest’anno invece ampio spazio alla creatività ed all’ispirazione.
Dall’impeccabile eleganza e buon gusto dei profumi di Nobile 1942 con “Cafè Chantant” e “Infinito” e di Jean Patou con il nuovissimo “Joy Forever”, al fascino regale di Clive Christian con i sempre in auge “V for Man” e “V for Woman” e Parfum de Marley con due inebrianti new fragrance “Safanad” e “Meliora”; dall’esplorazione del futuro con il lancio di “Fate” di Amouage , all’interpretazione del profumo della fine del mondo “La fin du monde” che la Maison Etat Libre d’Orange ha saputo identificare nel profumo di popcorn.
Tante altre le novità interessanti, come i fantastici fiori&legni in “Ashoka” di Neela Vermiere; audace, estremo e direi unico al mondo “Peety” di Angelo Orazio Pregoni; leggermente pungente ma con un fondo dolce e gradevolissimo al mio naso “Irirs Prima” di Penhaligon’s , e molte altre ancora. Ed avremo modo di approfondirle.

Sarà che ogni anno per me, data la mia passione,  questa esperienza è sempre particolarmente entusiasmante, ma l’intreccio di tutte quelle fragranze, unito al calore delle persone (operatori di settore, espositori ed organizzazione) mi lasciano sempre un piacevole ricordo ed ogni anno mi congedo con la consapevolezza che l’anno successivo sicuramente vi farò ritorno.

Newsletter Updates

Enter your email address below to subscribe to our newsletter

Lascia una risposta