“Che buon Profumo!…posso chiederle che Profumo è ???”

Un’inebriante esplosione di fiori bianchi, un piacevole bouquet che ci avvolge con note di Gelsomino, Gardenia, Mughetto e altri ancora, tutti con la classica freschezza dei fiori appena colti.
Un profumo che per  i miei gusti simboleggia femminilità, garbo, eleganza ma che ben contrappone dolcezza e tenacia.
Questo è Honour woman di Amouage ed è anche la prerogativa del Marchio: la combinazione dell’esotico Orientale con l’esperienza floreale Francese.
Unione degli effluvi d’Arabia, dal Sultanato dell’ Oman e la vitalità delle spezie d’oriente con la dolcezza, la gradevolezza dei fiori di Francia dalla grande tradizione dei Nasi di Grasse. Una congiunzione ben riuscita in tutte le fragranze della vasta gamma di questa favolosa Maison.

L’aspetto interessante dei profumi di nicchia non è solo il benessere psicologico che ci sanno trasmettere o quel pizzico di sicurezza che, a mio parere, ci infondono nel relazionarci con il mondo che ci circonda. La cosa che mi affascina particolarmente è il dietro le quinte di ogni singola fragranza. Non c’è profumo di nicchia che non ci racconti una storia. Quando vi recate in profumeria, prendetevi un po’ di tempo e fatevi coinvolgere dalla trama; da ciò che ha dato l’ispirazione al “Naso” per ideare il profumo che state scegliendo. L’ apparente aspetto effimero e leggero di una gradevole fragranza porta con sé una profonda struttura, ben radicata, che spesso è cultura, arte.
Honour si ispira al dramma del finale di ‘Madame Butterfly’ e non a caso l’armonia che compone le note di cuore è stata scelta secondo il linguaggio dei fiori. Il Gelsomino rappresenta l’attaccamento, la Gardenia esprime l’amore segreto, la Tuberosa invece il pericolo; il Mughetto la purezza di cuore mentre il Garofano l’innocenza, la fedeltà. Il tutto si fonde armoniosamente con il resto delle note più pungenti e decise della piramide olfattiva, che è così composta:
Note di Testa: Pepe, Rabarbaro, Coriandolo;
Note di Cuore: Gelsomino, Gardenia, Tuberosa, Mughetto, Garofano Bianco;
Note di fondo: Vetiver, Incenso, Ambra, Opoponax, Cuoio.

E proprio quando indosso Honour mi capita spesso di sentire la classica, e per me piacevolissima!, espressione: “che buon Profumo…. posso chiederle che Profumo è ???”
Honour è fra i miei preferiti, ma Amouage incontra i miei gusti con diverse fragranze. Con Dia, Jubilation, Epic e Ciel. Dei fantastici mix fra lo speziato ed il fiorito leggero. Mentre ad esempio: Interlude e Fate,  ultime creazioni di Amouage, li sento leggermente più lontani dal mio gusto. Tosti, decisi e particolarmente speziati, in questi il mio naso coglie maggiormente le note di legni, muschi, oud, cuoio pur essendo comunque caratterizzati da note di cuore floreali. Mentre, paradossalmente, la versione maschile di entrambi mi piace molto e proprio Interlude man l’ho regalato a mio marito qualche settimana fa per l’anniversario di matrimonio. Ha apprezzato molto, riscontrando peraltro successo e approvazione da colleghi, amici e da chi gli sta intorno.
Bene! Spero vivamente di aver stimolato la vostra curiosità, ribadisco: concedetevi un po’ di tempo in profumeria e magari ditemi cosa ha trasmesso a voi Honour.

A prestissimo con altri profumi, un po’ di moda, qualche viaggio e tanto altro.

Newsletter Updates

Enter your email address below to subscribe to our newsletter

Un commento

Lascia una risposta